essere presenti empaticamente nel rapporto col cliente
Photograph: rawpixel / Unsplash

"Essere" e non "Stare" con il cliente

"Essere" in contatto con il cliente è un'attività molto complessa, a differenza di "stare" a contatto con il cliente.

Richiede predisposizione all'ascolto, che si manifesta a ogni livello comunicativo: dalla posizione del corpo rivolta verso l'altro, a un sorriso autentico. Da un tono di voce cortese ed entusiasta, alle giuste domande aperte che mettono il nostro interlocutore a proprio agio, per la semplice ragione che siamo profondamente interessati a quello che ha da dirci.

"Perché hai avviato o vorresti avviare la tua attività?"

"Cosa vuoi dire o dare di te, attraverso la tua professionalità?"

"Come posso aiutarti a trasmettere più efficacemente il tuo messaggio?"

Questo è l'inizio di un percorso di conoscenza e di relazione, che incrocia bisogni e paure, obiettivi e impegno, sfide e passione.

Con i valori condivisi a fare da collante alle nostre competenze, da far fruttare passo dopo passo.