la persona che inevitabilmente scegliamo di essere
Photograph: Vladislav Babienko / Unsplash

La persona che inevitabilmente scegliamo di essere

La vera difficoltà è guardarsi dentro, e scoprire che la responsabilità è nostra.
Ciascuno, dal proprio punto di partenza, incrocia diversi bivi sul cammino.

Hai presente quei test a diagramma di flusso, dove in base alla sequenza di risposte che scegliamo, seguiamo le freccine in una determinata direzione?

Ecco, grossomodo è la stessa cosa.
Ciascuno si pone degli interrogativi, affronta delle situazioni, intraprende strade, subisce sconfitte, persegue sogni, incrocia persone.

Ogni interrogativo, è un'opportunità:

"Faccio quello che mi piace, o quello che devo?"

"Le mie competenze sono sufficienti, o ho bisogno di strumenti diversi?"

"È una persona speciale, dovrei conoscerla meglio?"

"La mia attività corrisponde alla mia essenza?"

"Il tempo passa, lo sto impiegando nella maniera più proficua?"

"Ho ascoltato attentamente quello che il cliente mi ha detto?"

"Mangio per nutrirmi, o per riempire un altro tipo di vuoto?"

"Non ho modo di seguire al meglio tutti gli aspetti della mia proposta, ho bisogno di un professionista?"

"Sono un buon esempio per mio figlio?"


Ogni risposta, è un orientamento.
Quello che consapevolmente decidiamo di seguire.
La persona che inevitabilmente scegliamo di essere.